Un autore in cerca del personaggio: Luca Platini ed Enrique Pedro de La Quintana

In cerca del giusto detective

Pirandello ci ha insegnato che, a volte, sono i personaggi a mettersi alla ricerca di un autore capace di dare la giusta profondità al loro dramma, di instillare il soffio vitale che renda vivi l’inchiostro, le pagine, le idee.

Altre volte, scrittori e personaggi si incontrano casualmente per strada o sul bus, in un locale o tra i vagoni del metrò, e quello scontro è l’inizio di una grande storia d’amore che va oltre l’ultimo capitolo e la parola “fine”.

Altre volte ancora, è l’autore stesso a rimboccarsi le maniche, a riempire uno zaino di ortografia, stile, aspirazioni, tecnica e spirito creativo e ad affrontare un viaggio periglioso.

Già, perché trovare l’eroe giusto, i protagonisti e i ruoli secondari non è certo impresa da poco! Specialmente quando questi stessi personaggi si dimostrano recalcitranti, perché hanno una loro vita segreta da portare avanti.

Possiamo spoilararlo: l’happy ending è assicurato, perché le penne vere e valenti sanno incantare non solo i lettori, ma anche (e per prime!) le loro creature di carta, troppo attratte dalla trama, dagli sviluppi, dal fluire di immagini, parole e suoni per decidere di non far parte dell’avventura.

Un esempio?

Luca PlatiniStiamo parlando di Luca Platini, autore del thriller internazionale Il Benefattore di Emozioni, in libreria e negli store on-line, in formato cartaceo e ebook, da pochi giorni.

Una galleria di donne e uomini diversi, con in comune la complessità, le mille sfaccettature e un destino (?) che li fa convergere a Tarifa, nel profondo sud della Spagna, nella calda estate delle “notti magiche” di Italia ’90.

Voci, caratteristiche, vissuti da intrecciare senza perdere di vista nemmeno un dettaglio.

Da un’esplosiva coppia di ladruncoli a un pittore dall’estro perduto, da una comitiva di universitari a un investigatore alle prese con una precoce arteriosclerosi: come muoverli tutti, con naturalezza e perizia, sulla grande scacchiera del romanzo? Soprattutto, come scegliere le giuste pedine?

Luca stesso ci svela un segreto a proposito del suddetto investigatore e del suo “reclutamento”: per ora vi salutiamo qui e passiamo…

… La parola all’autore!

Dialogo tra un autore in cerca del personaggio ideale per il proprio romanzo e un candidato difficile da ingaggiare, burbero, misantropo e proprietario della peggiore dieta alimentare alle latitudini di Cadice. Luca Platini, autore de Il Benefattore di Emozioni, conversa con Enrique Pedro de La Quintana, investigatore privato disilluso e alle prese con una precoce arteriosclerosi.

Mi avevano giurato che l’avrei trovato al bar, non si sbagliavano. La sua figura molle è arrampicata sull’ultimo sgabello accanto al bancone. A fargli compagnia ci sono un nugolo di rimpianti e un bicchiere di quelli buoni. La lampada che gli scalda il grugno gli dona un paio di lustri in più di quelli che probabilmente possiede, forse addirittura tre. Indossa un completo di lino color sabbia, è sudato da far spavento.

Vengo assalito dai dubbi, è davvero l’uomo giusto? Ma tant’è, sono giunto fin qui, ormai sono in ballo.

Mi avvicino con cautela, mi siedo accanto a lui. Poi guardo il barman e gli chiedo da bere.

«Buonasera» abbozzo.

Quello manco mi considera e prosegue nell’attività preferita, guardare attraverso il fondo di vetro del bicchiere, quasi che svelasse la scorciatoia migliore per l’oblio.

«Buonasera» ritento.

«Chi le ha detto che lo sia?»

Quantomeno ho ottenuto una risposta, dell’attenzione.

«In effetti nessuno l’ha fatto, diciamo che mi piace essere ottimista.»

«Adoro quelli come lei» mi sorprende. «Con l’ultimo ottimista ci ho cenato un paio di sere fa; l’ho fatto trifolato crudo, con la rucola e una spruzzata di succo di lime. Una bontà.»

Deglutisco. Mi avevano avvisato che sarebbe stato un osso duro, le prime schermaglie lo confermano.

Devo cambiare strategia se voglio cavare qualcosa di buono, perciò mi metto sulla difensiva e attendo che sia lui a muovere l’alfiere della sua curiosità.

«Enrique Pedro De la Quintana, giusto?» scopro poi le carte.

«A quanto pare, almeno finché il becchino del quartiere sarà in ferie.»

Ha gli occhi socchiusi, pesti forse più per il peso di vivere che non per l’alcol.

«Chi è lei? E che ci fa in questo postaccio? Non mi sembra del luogo» mi inchioda.

«Vengo da lontano, sono in cerca di rarità.»

«Allora qui, nei paraggi, ne troverà quante ne vuole. Ma fuori da questo bar.»

«Cerco in realtà una perla unica al mondo» esplodo. Pazzesco, mi trovo a fargli la corte più serrata, manco fosse una top model.

«Quella è andata persa, e da tempo, se l’è portata via la mia incapacità di sopportare la più sonante delle sconfitte.»

Ho la conferma che attendevo: è lui, è l’uomo che sto cercando.

«Ho un lavoro per lei» chiarisco.

Ora ho la sua attenzione. D’un colpo scola il bicchiere, e con un gesto da esperto bevitore, ne chiede un altro al barman. Ora mi sta fissando occhi negli occhi. Il suo sguardo da stralunato si è fatto duro, cattivo.

«Non ho idea di chi le abbia fatto il mio nome» ammette, «ma a questa storia che non mi possa scegliere i clienti va dato un taglio netto, e al più presto».

Il bicchiere che arriva è quasi colmo. Lo afferra quasi al volo, e con voracità animalesca, dà una bella sorsata.

«Avanti» mi incita. «Che sia rapido e indolore.»

«Ho la necessità che si metta sulle tracce di qualcuno, e mi hanno detto che in questa parte di mondo lei è nettamente il migliore per certi lavori.»

Annuisce svogliato, chinando il capo. Poi d’un tratto si rianima e torna a fissarmi, stavolta con aria di sfida.

«Parole d’ordine» mi colpisce in piena guancia. «La avverto, sono tre.»

«Arte. Maradona. Marocco.»

Ero preparato. Ora so che non può tirarsi indietro.

«Maledizione» esplode,«un altro che mi fotte! A questo andazzo va davvero posto un freno!».

L’ho assoldato, ora avanti con gli altri.

 

La dimostrazione che la vita di uno scrittore, talvolta, è più intrigante, pericolosa e avvincente e intrigante di un hard boiled! 😉

Grazie per essere stati con noi, buone letture e… non lasciatevi sfuggire Il Benefattore di Emozioni!

Un autore in cerca del personaggio: Luca Platini ed Enrique Pedro de La Quintana

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore esperienza di navigazione. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra  Cookie policy